da dedicare a ciò che amo: per cucinare.. per ricamare.. per leggere.. per riposare ..ma soprattutto per imparare a fare la mamma!

venerdì 31 agosto 2007

La rivincita del croissant

Avevo dei croissant confezionati da smaltire perché in scadenza (a dire il vero ne ho ancora qualcuno). Non che facessero schifo, questo no, però insomma.. non sapevano di niente!

Allora ho preparato questo dolcino.

Prima ho affettato il croissant ricavandone alcuni dischetti; li ho tostati in padella e li ho bagnati col liquore. Poi ho preparato la mia solita cremina col Fiorello, questa volta aggiungendo però due cucchiai di crema di marroni e diminuendo sostanzialmente lo zucchero (anche senza va bene).
Poi ho disposto tutto a strati decorando con la punta del croissant e con lo sciroppo al cioccolato (Nesquik).

Ad essere sinceri non è venuta una cosa strepitosa, la crema era un po' pesantina. Comunque era sicuramente meglio di prima!

lunedì 27 agosto 2007

Caffè

Dopo i caffè di "Lino's coffee" ci è rimasto il vizio. Allora ci siamo sbizzarriti a crearne noi di particolari. Questo è fatto in quattro strati. Partendo dal basso: sciroppo di Rum (creato dal maritino con zucchero, acqua e rum agricolo proveniente dai Caraibi - residuo del viaggio di nozze), poi a seguire latte condensato, caffè con un goccio di latte ed infine panna. Il mio invece era: cioccolata al peperoncino (che vi farò vedere a breve), sciroppo di rum, caffè e panna. GOLOSO!!!!


venerdì 24 agosto 2007

Regalo a punto croce

Questo è il regalino che mi è arrivato dalla mia carissima "insegnante" di punto croce. Quando vedo le cose che crea lei mi rendo conto di quanto io debba ancora migliorare.. Grazie Marika!


giovedì 23 agosto 2007

Pastiera Napoletana

Quando l'altra mattina il maritino mi ha detto: "Oggi piove, fa freschino, possiamo accendere il forno, mi fai la pastiera?", non ho potuto dire no, anche perché ormai avevo preso tutti gli ingredienti. Purtroppo ho trovato 3 o 4 ricette diverse e spulciando qua e là ho fatto questa:


INGREDIENTI per la frolla: 300 gr. farina, 100 gr. burro, 100 gr. zucchero, 2 uova, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di sale, la punta di un cucchiaino di lievito.

INGREDIENTI per la farcia: 580 gr. di grano cotto, 200 ml. latte, 300 gr. zucchero, 320 gr. ricotta, 2 uova, 2 tuorli, 1 bustina di vanillina, 1 cucchiaio di essenza di fiori d'arancio, 70 gr. di canditi misti, (ci volevano 2 cucchiai di liquore Strega ma non l'avevo e non ho messo niente)

Lavorate velocemente gli ingredienti per la frolla, formate un panetto e ponetelo in frigo. Scolate il grano dal liquido, ponetelo in una pentola sul fuoco con il latte e cuocete fino a che il latte non sia stato tutto assorbito; allontanate dal calore. Lavorate la ricotta con lo zucchero. Aggiungete le uova ed i tuorli, la vanillina, l'essenza di fiori d'arancio, il liquore, i canditi ed il grano. Stendete la pasta frolla dello spessore di 4 mm e rivestite uno stampo unto ed infarinato. Distribuite la farcia e livellatela. Con la frolla rimasta ricavate delle strisce per la decorazione e appoggiatele sopra la farcia. Cuocete in forno a 180° per un'ora. A torta raffreddata spolverizzate di zucchero a velo.

E' stata divorata. Adesso però aspetto da una Napoletana una ricetta doc. GRAZIE.

mercoledì 22 agosto 2007

lunedì 20 agosto 2007

Ciambella di nonna Rachele

Non ho una nonna che si chiama Rachele, anzi. L'unica Rachele che conosco non è nemmeno nonna.. per ora (forza Claudia e Teo cosa aspettate?)

E' una ricetta che ho sentito in televisione (Gusto - TG5) dove un gentile Chef ha finalmente indicato tutte le dosi precise.. fin troppo precise (4 gr. di sale.. bastava un pizzico!) e l'hanno chiamata così. Comunque..

ecco gli INGREDIENTI: 150 gr. burro, 300 gr. farina, 100 gr. zucchero, 50 gr. miele, 10 gr. lievito, 4 gr. sale, la buccia grattugiata di un limone, 100 gr. uva passa, 100 gr. frutta candita, 1 uovo, granella di zucchero.

Unite tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto compatto (quasi tipo pasta frolla). Formate una corona che metterete nella teglia; spennellate con l'uovo sbattuto e cospargete con la granella di zucchero. Cuocete a 180° per 45 minuti.

E queste sono le mie varianti: niente uva passa al marito non piace, perciò ho messo più canditi (140 gr. perché avevo 2 confezioni da 70 gr. e secondo me è sufficiente), niente buccia di limone ma un po' di succo (avevo solo quello) ed infine o spennellato con il latte (usare un uovo solo per la "spennellatura" per me è uno spreco). Attenti infine alla cottura, forse anche meno è abbastanza.. controllate il vostro forno.

E' rimasta "sbriciolosa", fragrante, molto aromatica e buonissima! Forse dipende anche dal miele io ho usato quello ai fiori d'arancio.

sabato 18 agosto 2007

Corte Lombarda

Ieri mattina abbiamo caricato "armi & bagagli" e siamo partiti alla ricerca di un cappellino estivo e degli occhiali da sole per la mia piccola. Destinazione: La Corte Lombarda.

Giustamente la piccola ha dormito tutto il tempo mentre noi le provavamo tutti i cappellini possibili ed immaginabili, fino a scoprire che la taglia più piccola che "dovrebbe" andare bene per lei (la 42) era esaurita.. noi le provavamo la 50! Povera stella, non ha detto una parola tutto il tempo! Idem per gli occhiali da sole, ma per questi abbiamo deciso di aspettare la prox primavera.

Siamo passati allora a cercare qualcosina per la mamma. Il maritino era molto in buona e mi ha fatto provare questo:



bello vero? Peccato che andavamo un filino fuori budget (un po' oltre il limite della carta di credito) e poi io ho la mia gioia in carne ed ossa, non mi serve questo.. e poi diciamocela tutta era anche fin troppo grande a vedermelo sulla mano.. non vi ho convinto vero?

Alla fine per consolarci siamo andati da Lino's Coffee a berci un golosissimo caffè..

venerdì 17 agosto 2007

Torta alla crema pasticcera

Ho sempre voluto fare una torta che fosse sia di pasta frolla che di pasta margherita ma non trovavo mai la ricetta giusta. Questa l'ho rubata in un blog (non mi ricordo da chi perché è stata postata mesi fa - forse da Jelly perché inizialmente era "gluten free") ed era tantissimo che volevo farla. Originariamente era da fare con la crema al limone, ma il maritino non ne era entusiasta, allora ho optato per la crema pasticcera.

INGREDIENTI per la frolla: 120g. di farina, 50 gr. di zucchero, 50 gr. di burro, 1 uovo, un pizzico di sale;

INGREDIENTI per la pasta margherita: 200 gr. farina, 100 gr. di zucchero, 2 uova, 1/2 bustina di lievito, 1/2 bicchiere di latte, 1/2 bicchiere di olio di semi, 1 cucchiaio di essenza ai fiori d'arancio;

Inoltre: 300 ml. crema pasticcera (anche di più).

Impastate innanzitutto gli ingredienti per la frolla, disponetela nella teglia da forno e lasciatela attendere in frigo. Preparate la crema pasticcera (io ho usato quella in busta ma se la fate voi è meglio) e disponetela sulla pasta frolla. Infine, per la torta margherita, sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso; aggiungete l'olio, l'essenza ai fiori d'arancio; unite la farina ed il lievito, poi il latte. Versate il composto sulla crema pasticcera coprendola molto bene. Cuocete in forno già caldo a 160° per 50 minuti circa. Sfornate, lasciate raffreddare ed infine spolverizzate di zucchero a velo.

Il maritino (come quasi sempre) ha apprezzato, però la prossima volta ha detto che vuole la Pastiera Napoletana.. non è mai contento!

sabato 11 agosto 2007

Torta "orso"

Molto carina vero?

Devo essere sincera, è una torta di quelle con i preparati in scatola (che vergogna), ma quando l'ho vista mi è piaciuta subito l'idea ed ho deciso di prenderla lo stesso. Prometto che la prossima volta farò tutto con le mie mani.

Il procedimento è molto semplice: fate una semplice torta al cacao o al cioccolato (quella nella confezione è rimasta un po' asciuttina). Prima di farla cuocere prendete due cucchiaiate dell'impasto e formate due dischi sulla carta da forno; cuoceteli per una decina di minuti: serviranno per le orecchie ed il muso.

Quando la torta sarà cotta e raffreddata tagliate un sottile strato superficiale e sbriciolatelo. Preparate una crema per ricoprirla (nel preparato era a base di latte). Tagliate a metà uno dei due dischetti di impasto preparati e con la crema utilizzateli per "attaccare le orecchie". Cospargete la superficie della torta di crema (tenetene da parte una cucchiaiata) e sopra cospargete le briciole di torta. A questo punto con la crema rimasta attaccate il muso e fate gli occhi. Con dello sciroppo al cioccolato disegnate il muso e le pupille.

Mi sto preparando a fare le torte per la mia piccola..

giovedì 9 agosto 2007

sabato 4 agosto 2007

Nuovi ringraziamenti

Sono in ritardissimo, ma come dice il proverbio "meglio tardi che mai".

Con questo post volevo ringraziare il personale dell'ospedale Mandic di Merate che mi ha assistito durante il ricovero per la nascita della mia piccola.

In particolare l'ostetrica Catia che mi ha seguito con enorme pazienza durante il travaglio ed il parto, incoraggiandomi sempre quando "non ce la facevo più" ed accompagnandomi così nell'esperienza più bella della mia vita.

Ringrazio inoltre tutte le infermiere del nido che mi hanno insegnato a cambiare, lavare e soprattutto ad allattare la mia bambina. Con la loro disponibilità mi hanno aiutato a superare i piccoli problemi che si possono presentare ad una neomamma, sia durante il ricovero, che al ritorno, quando hanno sempre saputo tranquillizzarmi dopo le mie telefonate ansiose anche dopo un mese dal ritorno a casa.

Grazie di cuore dalla mamma di Veronica (1° Luglio 2007).

Buone vacanze!

Ma sono l'unica che resta a casa? Su quasi tutti i blog c'è gente che parte, che saluta.. ma insomma!?! E ai poverini come me che quest'anno rimandano le vacanze non ci pensa nessuno? Allora ho deciso di fare anche io il mio bel post di Buone Vacanze a Tutti. Chi parte, chi resta, chi è già tornato.



Qui è dove mi piacerebbe tonare (isola Catalina - Santo Domingo) ma per quest'anno mi farò andare bene il sole preso sul terrazzo. Poi ad ottobre chissà.. magari con la piccola di tre mesi qualcosina si può fare.

A tutti voi che partite una raccomandazione: tornate con tante belle foto e tante golose curiosità da postare!

giovedì 2 agosto 2007

Kitchen Meme

Incuriosita dalle foto di Jelly partecipo anch'io al Meme sulle cucine lanciato da Placida Signora anche perchè per me la cucina è l'angolo più caldo della casa, dove mi piace stare e dove mi sbizzarrisco a "creare"

Ecco la mia cucina (per l'occasione ho riordinato e asciugato i piatti):

Questa è ciò che si vede entrando ..

e questo è lo stesso angolo visto dalla parte opposta..

.. il lato opposto con la porta finestra che da sul terrazzo ..

.. ed infine l'angolo col tavolo e le mensole.

Ora sono curiosa di vedere tante altre cucine!

mercoledì 1 agosto 2007

Primo Mese !!!!!


Oggi il mio tesoro compie un mese! E siamo arrivati a 4 kili (più o meno non stava ferma sulla bilancia improvvisata). E oggi ha fatto la sua prima risata, non un semplice sorriso, proprio una risata.. Certo molto probabilmente è stata una cosa inconsapevole dovuta più che altro al fatto che era bella riposata e aveva appena mangiato, ma è stato lo stesso bellissimo!

Allora per festeggiare ho preparato questo: Sfogliatine pere e cioccolato


prendendo la ricetta di dolcetto. Per ingredienti ed istruzioni dettagliate rimando a lei, qui vi faccio un riassuntino:

INGREDIENTI: 1 rotolo di pasta sfoglia, 2 pere, 2 cucchiai di zucchero di canna, cannella, 50 gr. cioccolato.

Tagliate le pere a dadini e fatele cuocere nel micro per tre minuti con lo zucchero e la cannella. Dividete la sfoglia in 8 rettangoli (vedete di farli uguali se no non vi combaciano più) e disponetene 4 sulla carta da forno. Sopra questi dividete il cioccolato tagliato a pezzettini e le pere (ricordatevi di scolarle, altrimenti il sughetto che si forma va in giro dappertutto - provare per credere). Coprite con gli altri 4 rettangoli su cui avrete fatto due incisioni per fare uscire il vapore. Cuocete in forno a 180° per 15 minuti circa.


Come al solito i dolci di DELIZIA sono strepitosi il maritino l'ha mangiato appena uscito dal forno perché doveva correre al lavoro. Era da ustione, ma era buono lo stesso. La Veronica lo apprezzerà con la prossima poppata!