da dedicare a ciò che amo: per cucinare.. per ricamare.. per leggere.. per riposare ..ma soprattutto per imparare a fare la mamma!

martedì 11 ottobre 2011

Fine settimana Creattivo!

Tutto è cominciavo venerdì, quando grazie a tre ragazze (Angela, Elisa & Simona) sono andata alla fiera di Bergamo per "Creattiva".
Già da fuori vista la fila all'ingresso (ed erano solo le 9.30) si preannunciava una giornata interessante. Guardandomi in giro ho visto un sacco di donne (ok c'erano anche uomini ma in quantità infinintesimale..) tutte attrezzate con, borse borsette, sacchetti.. trolley!!! Sono una pivella nel settore lo ammetto.. Io sono andata principalmente per osservare, trovare qualche spunto per pasticciare a casa, cercare, perché no, qualche regalo di natale! Queste erano professioniste che andavano diritto al sodo!
Comunque appena entrati...

WOW!!! Il paese dei balocchi! Gli occhi mi luccicavano.
Non sapevo da che parte girarmi.

Perline, lana, feltro, fiori, pupazzi, gioielli, colori, colori ed ancora colori (va bene la smetto non siamo a Paint your life).

foto stand http://www.countrydolls.it/

Avrei voluto prendere tutto, guardare tutto, fotografare tutto. C'era davvero da sbizzarrirsi, e ce n'era proprio per tutti i gusti!

foto stand http://www.countrydolls.it/
Ho scoperto che il feltro non passa mai di moda, ci si possono fare da sole gioielli spettacolari, le mode del momento sono il crochet e le borse fatte in fettuccia.
Così presa dall'entusiasmo, ed anche dopo aver parlato con Roberta ed aver visto la fantastica lana d'abruzzo, mi son lasciata contagiare ed ora sono iscritta ad un gruppo di social crochet. Certo prima devo imparare, ma ho già in evidenza sul tavolo, uncinetto, lana, e libro di nonna Lui con le prime immagini. Vedremo cosa si riuscirà a fare!

Piccole note che mi sento di condividere che mi hanno lasciato perplessa.
Se si vogliono fare le cose come si deve, sono tutti hobby, se non costosi, ma che prevedono qualche investimento iniziale. Non dico di comprarsi la big shot, ma un kit base di materiale serve. E le creazioni in vendita, pur comprendendo che dietro ci stava un lavoro non certo irrilevante, erano care.
Non mi son piaciuti i tantissimi cartelli in evidenza VIETATO FOTOGRAFARE e VIETATO TOCCARE. Io capisco che chi si mette in mostra lo fa per pubblicizzare i suoi prodotti, e vuole evitare scopiazzature più o meno ben riuscite, ma in una fiera dove si crea con le proprie mani avrei apprezzato una cosa diversa. Per le foto che ho pubblicato, ho chiesto autorizzazione alla proprietaria.
C'è da dire comunque che erano programmati un sacco di corsi (a pagamento) e dimostrazioni.
E per ultimo, parliamoci chiaro, anche ad essere in grado di fare tutte queste cose (e mi piacerebbe!), poi dove le metto? Ok, un po' le regalo ma poi il maritino mi caccia di casa con tutto l'armamentario! E' per questo che creo dolci: quelli si mangiano e non occupano spazio! ehm.. salvo qualche centimetro intorno alle cosce..

Giornata nel complesso positivissima, sono stata contenta e adesso mi piacerebbe vedere quella che si terrà a Bologna in novembre.. incrociamo le dita!

Poi invece domenica nel paesello era in calendario l'iniziativa "conoscere gli hobby", dove venivano mostrate le stesse tecniche e dove ti spingevano a provarle! Con laboratori fantastici per i bambini! Logicamente in una realtà più piccola c'è stata la possibilità di toccare tutto con mano!
Ed ecco la mia prova di abilità con la pittura da viso:


Mi è dispiaciuto solo essere arrivata tardi e non aver fatto provare alla gigietta tutto quello che si poteva!
Appuntamento al prossimo anno!

4 commenti:

  1. Ciao,
    io adoro lavorare a uncinetto e di recente mi sono cimentata anche con i ferri e devo dire che, da autodidatta, non è andata affatto male.
    Hai ragione quando dici che un hobby necessita di un piccolo investimento: i filati costano (e neanche poco) e poi se ci aggiungi libri o riviste, il costo sale ulteriormente... ma vuoi mettere la soddisfazione?
    E se il marito brontola... nascondi gli scontrini!!!
    Perdona la mia ignoranza, posso chiederti cos'è il "socialcrochet"?
    Un bacione, Rospino

    RispondiElimina
  2. Informami che il prossimo anno vengo anche io a questa mini manifestazione. Incrociamo le dita per Bologna. Per il crochet, io non ho nulla e non so proprio da dove iniziare, se riesco compro l'uncinetto e del filo nel w.e. Ma mi sa che sono proprio imbranata, al massimo una sera mi fai vedere tu???

    RispondiElimina
  3. condivido tutto quello che hai detto...soprattutto il "dove le metto tutte ste belle cosine che creo???"
    la Gigietta è fantastica in versione dipinta!

    RispondiElimina
  4. @ Rospino il socialCrochet è un gruppo in facebook dove si uncinetta insieme. Non ho ancora capito bene come funzione. Se chiedi sul forum MF o a Barbara Speedy loro ti sanno aiutare meglio!

    @ Angela: se riesco ti mando via mail le pagine coi disegni del libro di mia mamma. Casomai io e te quando ti torna il pc ci facciamo il mini corchet!

    @ aspi... pensa a doverle anche TRASLOCARE!!!!

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere avere una tua opinione, lasciami anche il nome così mi ricordo di te!