da dedicare a ciò che amo: per cucinare.. per ricamare.. per leggere.. per riposare ..ma soprattutto per imparare a fare la mamma!

martedì 17 novembre 2009

Crostata: le basi

La crostata è sempre stata la mia torta preferita. La friabilità della pastafrolla per me è il massimo! Anche nei pasticcini finisco per prendere quelli con la frutta, o anche con la crema ma basta che abbiano il biscottino sotto.

Quando però ho cominciato a fare dolci mi sembrava una cosa difficile da fare, perché non stava insieme, perché si rompeva quando la trasferivo nella tortiera, perché si attaccava ai bordi quando cuoceva e capovolgendola per toglierla dalla tortiera mi si rompeva!

Insomma è stato un inizio un po' amore & odio ma alla fine ho imparato.

Secondo me è la torta più semplice che c'è! E logicamente anche la più buona! Con la marmellata of course!

Per la frolla ci sono millemila ricette, io un po' di lievito ce lo metto sempre, anche se per tanti sarà un sacrilegio. Oppure uso anche un po' di farina che lievita. E poi faccio le varianti sostituendo parte della farina con la fecola di patate (o l'amido di mais) per renderla più friabile; o con la farina di riso, od anche con le farine per le pappe dei bambini che avevo da smaltire. E poi ci si può aggiungere anche un po' di cacao. Od ancora la frutta secca! E poi si possono modificare le dosi: ci tolgo un po' di burro e che ci metto? magari anche l'olio! (Quest'ultima devo ancora provarla!)

Insomma con una ricetta base si possono creare così tante varianti, che la torta non sarà mai la stessa.

Questa è l'ultima ricetta che ho provato, passatomi dal mio maestro panettiere (e lui le fa per venderle).

INGREDIENTI: 200 gr. farina, 100 gr. zucchero, 125 gr. burro a temperatura ambiente, 1 uovo, un cucchiaino di lievito, un pizzico di sale.

Avete lavato le mani? Allora possiamo cominciare a lavorare.

Se siete bravi fate la fontana con la farina, lo zucchero e il lievito; al centro mettete il burro a pezzetti, l' uovo ed il pizzico di sale. Ora cominciate ad impastare.

Se, invece, siete come me, che vi scappa un po' d'albume d'uovo in giro per il tavolo e la farina vi finisce nei capelli appena aprite il pacco, mettete tutto in una ciotola ed impastate lì dentro, e, quando comincerà ad amalgamarsi, trasferite tutto sul tavolo.

La frolla non va impastata troppo, se no si scalda, il burro si scioglie troppo, si appiccica da tutte le parti e non riuscite a farla stare insieme. Quando ho capito che se lavoravo con le mani fredde tutto veniva meglio ho superato un bello scoglio!

Infarinate anche il tavolo, se vi serve un po' di farina in più aggiungetela ma non esagerate!

Quando sarà bella uniforme stendetela. Tanti la lasciano riposare un po' in frigo, io no, che se no mi tocca pulire tutto due volte. Io infarino anche il mattarello così non mi si appiccica, ma potete anche stenderla tra due fogli di carta da forno. Poi adagiatevi sopra la vostra tortiera, tracciate un bel contorno intorno, state un po' larghi così conteggiate anche i bordi, e togliete la pasta in eccesso (servirà per i decori).

Adesso prendete la vostra frolla e mettetela nella tortiera, precedentemente imburrata ed infarinata. Io per non disfarla, mi aiuto arrotolandola sul mattarello infarinato.

Quando avete fatto questo, con una forchetta bucherellate il fondo, stendete un vasetto di marmellata (meglio sempre abbondare) e decoratela con la pasta avanzata. Potete fare le classiche righine incrociate, oppure i fiorellini, oppure i cuoricini, oppure il numero degli anni per una torta di compleanno, o ancora una scritta o il nome. E al posto della marmellata, la cioccolata, la crema di ricotta, una crema al limone. Insomma sbizzaritevi!

Poi infornate a 180° per 45 minuti, più o meno, a seconda anche della potenza del vostro forno.

Potete anche cuocere solo la base, in questo caso coprite il fondo con un foglio di alluminio o di carta da forno e metteteci sopra dei fagioli secchi per non farla alzare. Ricordatevi però di ridurre i tempi di cottura! Poi farcitela con una crema fresca, magari la crema pasticcera poi ricoperta di frutta e di gelatina!


Adesso dovete solo mangiarla! Più semplice di così!

* qui tante altre frolle ed idee

9 commenti:

  1. Ecco la frolla mi si spacca sempre, la farina mi va nei capelli.... quindi impasterò nella ciotola e con le tue indicazioni mi hai fatto venire voglia di riprovarci. Grazie

    RispondiElimina
  2. la crostata ma soprattutto la pasta frolla!!!
    meravigliose!
    ora la provo e poi ti dico

    RispondiElimina
  3. anche in casa mia la crostata impazza perchè mio marito ne è un fan sfegatato e anche la mia versione...non è mai la stessa, questo con suo grande rammarico però!!!la settimana scorsa ne ho appunto fatto una per il compleanno di mio suocero (si è una deformazione familiare, a casa dei miei suoceri...tutti, cognati, cognate e nipoti adorano la mia crostata ma...nessuno impara a farla eh eh eh!!! chissà come mai?) e mi sono divertita a decorarla come se fosse una torta con tanto di scritta e fiorellini, vedo che anche tu te ne inventi di tutte le specie! bravissima!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  4. Che bontà!
    La crostata è il dolce preferito di Francesco e così l'ho imparata a farla anch'io.
    Il procedimento è un pò differente, faccio prima una "sabbiatura", cioè sbriciolo il burro freddo a pezzettini nella farina, poi incorporo tutti gli atri ingredienti lo zucchero è meglio se a velo, l'impasto ne risulta megliore.
    In un altro blog, ho letto che una signora prepara le miscele per fare la pasta frolla in anticipo dentro i sacchettini da freezer, così quando decide di fare una crostata o dei biscotti, ha già tutto pronto.
    Mette un un sacchetto, la farina, il lievito e lo zucchero, poi al momento di farle aggiunge il resto degli ingredienti e velocizza tutto e sporca di meno,
    ciao!

    RispondiElimina
  5. Mamma che bbbuona.... cercavo da un pò le istruzioni per una bella crostata.... ora non ho più scuse...

    RispondiElimina
  6. mi piace la tua ricetta !!! ciao !

    RispondiElimina
  7. Ma lo sai che per me é la stessa cosa? Adoro la crostata ma ho sempre avuto mille problemi con la frolla. Stasera ne ho fatta una, non l'ho ancora tagliata, speriamo bene. Questa sembra buonissima. E se la ricetta é del tuo panettiere te la copio!! :)

    RispondiElimina
  8. Concordo perfettamente....la crostata alla marmellata è in assoluto la migliore!
    Anch'io facccio spesso delle varianti....adesso che mi ci fai pensare ho provato tempo fa la frolla di Luca Montersino senza uova e con l'olio al posto del burro ma non l'ho ancora postata.......diversa sicuramente ma molto buona! Vedrò di inserirla a breve ma si ti interessa te la posso anche mandare via mail! Baci

    RispondiElimina
  9. Senti, mi hai fatto venire voglia di fare non una ... ma almeno venti crostate! Tutte le varianti che suggerisci mi sfiziano... solo una la vedo un po' difficile da praticare per assenza di un ingrediente: quella con le farine delle pappe per bambini! Per il resto, concordo con te: la crostata è buonissima! Grazie, bel post. A presto

    Sabrine

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere avere una tua opinione, lasciami anche il nome così mi ricordo di te!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.